IL CERCHIO DEGLI ALLEATI

Seminario Respirazione Olotropica

 

IL CERCHIO DEGLI ALLEATI

SEMINARIO di respirazione olotropica
RIVOLTO AGLI OPERATORI
DELLE PROFESSIONI DI AIUTO


4-8/12/2019

Ponzone (AL)

IL CERCHIO DEGLI ALLEATI

SEMINARIO
RESIDENZIALE
RIVOLTO AGLI OPERATORI
DELLE PROFESSIONI DI AIUTO

 

4-8/12/2019

Ponzone (AL)

Ciclo di Seminari con la Respirazione Olotropica rivolto a chi Opera nelle Professioni di Aiuto.

Operare nelle professioni di aiuto, non importa con quali strumenti e in quale setting, porta con sè esigenze a un tempo professionali e personali.

È necessario sia un attento aggiornamento professionale nello specifico campo in cui operiamo, ma è fondamentale che anche la nostra crescita personale, il lavoro con noi stessi, continui e si approfondisca.

Infatti, possiamo accompagnare un’altra persona solo fin dove siamo arrivati noi,  quando siamo toccati nelle emozioni, nello stile relazionale, nell’essere un punto di riferimento per qualcuno, siamo eticamente chiamati ad approfondire la nostra “pulizia emozionale personale”.
Allo stesso tempo, poiché siamo continuamente stimolati ad usare le nostre risorse emotive oltre che quelle professionali, è importantissimo avere occasioni di ricarica e nutrimento psichiche, emotive e spirituali.

Il Cerchio degli Alleati è uno spazio di ricarica emozionale e della propria energia, di nutrimento della propria psiche, perché quando si lavora con gli altri questo è importantissimo, e di incontro e condivisione con altri operatori, per non trovarsi sempre isolati nel proprio studio, o esclusivamente con  colleghi di medesima formazione.

Si tratta di incontri esperienziali, per imparare da se stessi, per approfondire il proprio percorso di crescita personale, per poter esprimere liberamente le proprie emozioni e i vissuti, sia personali che legati al rapporto con i clienti/pazienti, in un contesto sicuro e supportati dal fatto che tutti abbiamo queste esperienze, ed è importante condividerle.

Sento molto come noi terapeuti abbiamo la responsabilità  di metterci in condizione di non ostacolare con i nostri limiti e caratteristiche personali il processo dei nostri clienti/pazienti, ma di essere in grado di innescare e favorire il processo di guarigione.
Quest’ultima è per me la consapevolezza esperienziale della nostra appartenenza alla Vita e del fatto che siamo solo un granellino nel processo di dispiegamento della Vita stessa, che passa attraverso di noi e si manifesta.

Come terapeuta so che non sono io che opero la guarigione, ma che questa avviene grazie alla capacità stessa del cliente/paziente di connettersi alla grande Energia Vitale che agisce nell’esistenza.
Credo che il compito del terapeuta sia offrire le condizioni in cui questo possa avvenire, e accompagnare la persona nel suo processo, incoraggiandone l’apertura e fiducia nelle proprie risorse e nella Vita stessa.